So quanto sono importanti per noi i nostri animali domestici, io stesso svolgo la professione di pet photography perché amo il loro modo di essere e di comunicare con noi.

Capisco anche che per svariati motivi non tutti hanno fisicamente la possibilità di organizzare uno shooting del proprio animale domestico, spesso per mancanza di tempo o per l'eccessiva distanza dalla città in cui lavoro.

Ho quindi ideato un servizio che ti permetterà di ricevere direttamente a casa tua una tela con un'opera d'arte ispirata ad una fotografia del tuo animale.

Ti basterà inviarmi l'immagine di partenza (anche scattata dal tuo smartphone) e ti fornirò 3 anteprime tra cui scegliere quella che andrà stampata.


Riceverai una stampa su tela nel formato 30x40 cm con telaio in legno di abete spesso 2 cm pronta da appendere in casa, o da regalare a chi vuoi bene.



COME PUOI CONTATTARMI? 

- Puoi contattarmi utilizzando la LiveChat qui dal sito (collegata a WhatsApp).
- Via mail: iltuomiglioreamico@outlook.com (solitamente rispondo entro qualche ora).


Consiglio la LiveChat perché è immediata, e ci permette di avere una conversazione unica e di inviare allegati (potrete inviarmi la foto e ricevere comodamente le anteprime).

Il prezzo del prodotto parte da 39€ spedizione inclusa per la tela in formato 20x30.
Nella foto il mio cane, Paul

Visto la confusione di questi giorni, ho deciso di raccogliere e di mettere a disposizione di tutti le risposte alle domande più frequenti riguardo la situazione del Corona Virus e i nostri animali.

  1. Gli animali trasmettono il virus? No. Lo affermano tutti gli organismi sanitari. Sono membri della famiglia e vi aiuteranno con il loro affetto anche in questo momento difficile, come sempre.
  2. Posso portare fuori il cane? Sì, nelle vicinanze della tua abitazione e per il tempo necessario. Consulta QUI le regole per gli spostamenti.
  3. I gattili/canili possono non accogliere più animali? No, è un servizio previsto per Legge, per cui non si può fermare l'attività di ricezione/conferimento nei casi di abbandoni e sequestri. Ovviamente ciò deve avvenire nel rispetto delle misure sanitarie adeguate.
  4. Le gattare possono continuare a accudire i gatti? Sì, anche se la colonia non è registrata. Si tratta di una attività indispensabile a garantire la vita e la salute e le condizioni di sopravvivenza degli animali e dunque è una azione necessaria.
  5. Accudisco una colonia felina in un Comune vicino al mio, posso muovermi? Sì, riempiendo l’autodichiarazione che trovi QUI. Puoi farlo anche se la colonia non è registrata, perché il principio è quello della tutela degli animali, a prescindere. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.
  6. Devo far operare il mio cane o il mio gatto da un veterinario. Posso portarlo? Sì, riempiendo l’autodichiarazione che trovi QUI.  Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale. È comunque sempre bene farsi trasmettere un certificato dal veterinario e portarselo dietro insieme all'autocertificazione.
  7. Il mio cane o il mio gatto hanno bisogno di cibo veterinario specifico, ma non lo trovo nel mio Comune. Posso acquistarlo in un altro? Sì, riempiendo l’autodichiarazione che trovi QUI. È comunque sempre bene farsi trasmettere il certificato veterinario e portarselo dietro insieme all'autocertificazione. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.
  8. Una mia amica anziana sta finendo il cibo per i suoi cani e gatti e lei non esce da casa. Posso aiutarla? Sì, ricordati di osservare le corrette norme di comportamento e di lavarti le mani dopo la consegna.
  9. Sono volontario in un canile situato in un altro Comune. Posso raggiungere il canile? Sì, riempiendo l’autodichiarazione che trovi QUI. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.
  10.  Possono essere differite le attività di affido degli animali da parte di canili sanitari e rifugio? Sì, salvo esigenze inderogabili per il benessere degli animali, con assunzione di responsabilità da parte del responsabile dell'attività, come stabilito dalla circolare del Ministero della Salute, fino al 2 aprile p.v.
  11. Possono essere interrotte le catture dei cani vaganti e il recupero di cani e gatti e altri animali feriti? No, lo chiarisce la circolare del Ministero della Salute.
  12. L’accudimento degli animali nelle strutture di ricovero deve essere garantito? Sì, è un’attività indispensabile per garantirne le condizioni di sopravvivenza. Vedi la circolare del Ministero della Salute.
  13. Cambia qualcosa con il nuovo DPCM “chiudinegozi” dell’11 marzo? No, nessun cambiamento per la mobilità necessaria all’assistenza agli animali e per il rifornimento di cibo per loro, continuano a essere consentite le dovute uscite di casa per i bisogni fisiologici del cane nel nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri annunciato ieri sera, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e valido fino a mercoledì 25 marzo compreso. Aperte anche le farmacie e le parafarmacie dove si possono trovare prodotti per animali. Gli ambulatori veterinari dei liberi professionisti possono essere aperti (la decisione è in capo al singolo titolare) mentre devono continuare a esercitare i servizi veterinari pubblici con le specifiche di cui alla Circolare del Ministero della Salute del 2 marzo scorso.
  14. Avevo programmato la vaccinazione del cane o del gatto. Il veterinario la deve fare o la può rinviare? La Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani, l’11 marzo ha invitato a “limitare l'attività professionale alle situazioni di emergenza e improcrastinabilità rinviando vaccinazioni,  visite di routine , diagnostica e chirurgia non urgenti.
  15. Il 12 marzo il Ministero della Salute ha diffuso una Nota di aggiornamento alla precedente del 2 marzo. Cosa prevede? Specifica che le attività veterinarie sono permesse se motivate da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, con le accortezze dovute per tutti i cittadini e gli operatori sanitari e ovviamente con l’autodichiarazione - Specifica che “sono consentite le attività di accudimento e gestione degli animali presenti nelle strutture zootecniche autorizzate/registrate dal servizio veterinario ivi compresi canili, gattili e l’accudimento e cura delle colonie feline e dei gatti in stato di libertà garantite dalla Legge 281/91” -Specifica che “si ritiene inoltre opportuno sottolineare che gli spostamenti relativi alla cura degli animali di affezione rientrano nell’ambito della deroga relativa ai motivi di salute, in quanto sono da estendersi anche alla sanità animale, in conformità delle disposizioni previste dai su citati DPCM”
  16. Devo andare a dar da mangiare e/o far uscire degli animali in assenza del proprietario o vicino al luogo di lavoro, anche se in questi giorni sono a casa. Lo posso fare? Sì, se non ci sono alternative per garantire il necessario e dovuto accudimento, riempiendo l’autodichiarazione che trovi QUI. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.
  17. Il 12 marzo è stata diffusa una nuova disposizione firmata dal Ministro dell'Interno. Cosa prevede? Ha confermato positivamente, a pagina 4, che "Per quanto riguarda le situazioni di necessità, si specifica che gli spostamenti sono consentiti per comprovate esigenze primarie non rinviabili, come ad esempio per l'approvvigionamento alimentare, o per la gestione quotidiana degli animali domestici (...) rispettando la distanza interpersonale di almeno un metro"
  18. In Campania il Presidente della Regione ha emesso una Ordinanza valida fino al 25 marzo che per gli animali d'affezione prevede la possibilità di accudimento ma solo in prossimità di residenza, abitazione o dimora? Si ma, sempre se non ci si può far sostituire da persona più vicina, per andare a sfamare una colonia felina o cani in un rifugio, anche a qualche chilometro, si può andare con autodichiarazione (QUI), perchè il DPCM  giuridicamente é "superiore" tanto più se fatto valere con le Note diffuse dal Ministero della Salute (2 marzo 12 marzo).
  19. Un circo, uno zoo, un acquario hanno l’obbligo di continuare a dar da mangiare ai loro animali e a mantenerli nelle migliori condizioni possibili seppure si trovino in prigionia 365 giorni l’anno? Sì, il cibo per trasporto e consegne può e deve essere assicurato come “beni di prima necessità” per tutti gli animali. Anche la deambulazione degli animali nei circhi deve essere assicurata. Il proprietario e il detentore di un animale, qualunque esso sia, ha sempre l’obbligo giuridico di curarlo in tutto, pena la violazione a titolo omissivo degli articoli 544 bis e 544 ter del Codice penale.
  20. Nella mia zona passeranno in strada dei mezzi per la sanificazione. C’è pericolo per gli animali? Dipende ovviamente dalle sostanze utilizzate e, quindi, va chiesto al Comune (sono gli Enti locali a disporre ed effettuare queste sanificazioni nei luoghi pubblici) quale prodotto verrà utilizzato e va chiesto di poter effettuare, in caso di pericolo, la messa in sicurezza in qualche modo, per esempio, di una colonia felina. A Roma viene utilizzato, per esempio, il “Micropan”: è una miscela classificata “non pericolosa” ai sensi del Regolamento CE 1272/2008 utilizzata per i cassonetti dell’immondizia; contiene olio essenziale di abete in una percentuale inferiore all’1%. L’unico pericolo è per gli organismi acquatici se viene irrorato in grosse quantità in prossimità di corpi idrici superficiali. Il 18 marzo il Ministro dell’Ambiente ha annunciato l’emanazione di Linee Guida sulle sostanze da utilizzare al fine di ridurre problemi ambientali e pericoli per umani e animali.
  21. Ho chiamato la Polizia locale e mi hanno detto che non è un motivo valido uscire per sfamare una colonia felina. Cosa faccio? No, nessuno può dare un’autorizzazione preventiva a uscire. Nel caso, come tutti, si potrà essere fermati per un controllo e si dovrà consegnare il modulo di autodichiarazione (QUI) esibendo un documento d’identità. Il motivo di uscita necessaria a far sopravvivere una colonia felina, lo ricordiamo, se non vi sono alternative e se effettuato rispettando le attuali eccezionali norme igienico sanitarie, è più che autorizzato dal DPCM come esplicitato da Circolare del Ministero della Salute
  22. Chi si prende cura di un animale il/la cui proprietario/a  viene ricoverato/a per il Covid-19? Gli animali di proprietà di un ricoverato devono poter venire regolarmente accuditi da conviventi e/o parenti, e se questi non fossero disponibili per qualsiasi motivo, o avessero a loro volta disposizioni di quarantena, in anticipo per quanto possibile vanno presi accordi con vicini o  amici, dog e cat sitter, che possono essere incaricati, per iscritto – meglio in doppia copia - e lasciando loro registrazione anagrafica e libretto vaccinazioni, nel rispetto delle generali norme sugli spostamenti e igienico sanitarie. In caso di impossibilità di accudimento è assolutamente necessario avvisare il Servizio veterinario pubblico e/o la Polizia Locale riguardo alla presenza degli animali presso l’abitazione del ricoverato. Ai sensi della Circolare del Ministero della Salute del 12 marzo le pensioni per animali, equiparabili a canili e gattili tanto più in questo momento di emergenza, possono svolgere “le attività di accudimento e gestione degli animali”.
Avete altre domande?
Scrivetele nei commenti e cercherò di rispondere.

Anche quest'anno ho fotografato l'expo di Almese organizzato da Zoe Pet Shop. Ho potuto così incontrare vecchi amici e conoscere nuove persone e nuovi fantastici animali.


Potete acquistare le vostre immagini con un piccolo contributo, pagabile con Carta di credito o bonifico SEPA.
Vi ricordo di indicarmi quali sono le vostre fotografie (sono tutte contrassegnate da un numero) nella voce "Causale".

Vi ricordo che potete utilizzare la live chat (il simbolo del messaggio arancione che trovate in basso a destra) per comunicare velocemente con me.

Potete andare alla pagina di pagamento cliccando questo tasto (dove troverete anche PayPal come metodo di pagamento):     Paga ora
Dopo anni di attività come fotografo professionista per animali da compagnia, ho sentito così tante storie di persone che non prenotano una sessione, solo per pentirsene dopo. 

Eccovene alcune:

1. Il mio cane è giovane e in buona salute, ho un sacco di tempo!


Questa è la storia di Charlotte:

Nel settembre 2015, ho perso la mia bellissima  Luna.

Stavo lavorando da casa un venerdì pomeriggio, con Luna che sonnecchia sul suo letto dietro di me. Abbiamo fatto una pausa fuori nel cortile e Luna stava vagando sull'erba, godendosi il sole e annusando, senza apparente angoscia.

Improvvisamente e senza preavviso, è crollata ed è morta all'istante.


Il veterinario disse che doveva essere un infarto o un ictus - non c'era nulla che avrei potuto fare.

E 'stato un enorme, enorme shock e sono rimasta incredula per lungo tempo. Sai quando pensi di sognare e continui a cercare di svegliarti?

Ero io la prima settimana.


Luna era così felice e apparentemente in salute, amata così tanto. Ha lasciato un enorme buco nel mio cuore e un posto vuoto al mio fianco.

Perdere Luna così inaspettatamente mi ha spinto a condividere la sua storia e ricordarti che (fatalistico come sembra) non sai mai quando finirà il tempo con il tuo prezioso amico. Dobbiamo pensare a mostrargli quanto li amiamo ogni singolo giorno. Rendi ogni secondo che hai con loro e le loro vite assolutamente fantastiche!

Non ritardare la prenotazione della sessione perché il tuo cane è giovane o apparentemente in buona salute. Non sai mai cosa riserva il futuro.

Non restare solo con scatti sfocati  o fatti col telefono del tuo amato membro della famiglia.


2. Il mio cane non si comporta bene.


Scommetto che non sapevi che la maggior parte dei cani che fotografo sono al guinzaglio durante la sessione. Stai pagando per un professionista dedicato per ottenere splendide foto del tuo animale domestico, il che significa che puoi sederti, rilassarti e lasciarmi gestire tutti i dettagli.

3. Il mio cane è timido e si spaventa degli estranei.



Moa ha vissuto la maggior parte della sua vita in un allevamento di cuccioli. Nel suo questionario, sua madre ha detto: "A causa della sua storia, è timida con gli estranei e di solito finisce per sdraiarsi sul mio letto quando le persone vengono a casa. Annuserà gli umani ma di solito se ne andrà velocemente se qualcuno cerca di accarezzarla. Starà in giro se c'è del cibo, ma in caso contrario si prenderà un po 'di distanza, si sdraierà e guarderà ". Eppure, questo è uno dei tanti bellissimi scatti che sono riuscito a ottenere da lei con conoscenza, pazienza ed esperienza.

Il comportamento del cane e il linguaggio del corpo sono un complesso campo di competenza. Essere esperti, sensibili, attenti e soprattutto avere una "sensazione" per i cani  è essenziale quando si lavora con loro nell'ambiente a volte difficile di un servizio fotografico.

Attraverso il possedere e addestrare i miei cani e l'esposizione costante ai nostri amici canini su base giornaliera attraverso il mio lavoro, ho acquisito una solida conoscenza del comportamento dei cani.

Ogni cane mi insegna di più e non smetto mai di imparare.


Nel corso degli anni, ho lavorato con ogni tipo di personalità canina, da iper a indifferente,  da estroversa a timida. I cani che hanno avuto un inizio difficile nella vita e semplicemente non si fidano delle persone, sono riuscito a fare amicizia con loro, attraverso una comprensione che mi viene naturale.

Ci sono così tanti modi diversi in cui posso lavorare con il tuo cane che non implicano avere una fotocamera spintonata in faccia o farlo sentire fuori dalla sua zona di comfort.

Soprattutto, so anche quando smettere.


Se il tuo cane è veramente spaventato o veramente infelice dell'esperienza, stai sicuro che posso riconoscerlo e non li spingerò mai oltre a quanto riescano a gestire. Se dovessimo terminare la sessione finiremo sempre con una nota positiva, quindi riproveremo in seguito con il Piano B. E c'è sempre un Piano B!

4. Non posso permettermelo.



Credo che la fotografia di animali domestici debba essere accessibile a tutti, quindi offro opzioni di pagamento flessibili. Non è necessario pagare l'ordine del prodotto in modo completo e immediato, è possibile ripagarlo nel tempo con piani di pagamento flessibili senza interessi. 

La tua sessione può essere prenotata con mesi di anticipo, dandoti tempo per risparmiare.

Voglio che tu viva questa esperienza, perché so quanto sia prezioso.


Non in termini di denaro, ma nei ricordi.

Con il passare degli anni ti garantisco che non ricorderai il prezzo, ma avrai per sempre quei ricordi preziosi dell'amore che hai per il tuo animale domestico, con prodotti che sono stati creati durante la tua sessione fotografica.

5. Sto aspettando che gli ricresca il pelo, o che guarisca una cicatrice.


Sono pienamente d'accordo, vuoi che il tuo cane appaia al meglio nelle foto. Così rinvii la prenotazione, aspettando che quella cicatrice sul viso guarisca. Aspetti che i peli ricrescano sulla  zampa dalla loro ultima visita veterinaria. 

Condividerò un piccolo segreto commerciale con te.

Photoshop è uno strumento meraviglioso nelle mani di un fotografo professionista.


Imperfezioni minori (e a volte importanti) non sono affatto un problema per me da sistemare nella fase di postproduzione. Non lasciare che le piccole cose si intromettano!

6. Vorrei esserci anche io in qualche foto ma sono timido davanti alla fotocamera.


La mancanza di fiducia davanti alla fotocamera è una preoccupazione comune. 

Però ho imparato che, a prescindere da come appari, se ti rilassi e ti godi l'esperienza, ricordando di sorridere e, soprattutto, di amare il tuo cane (perché altrimenti lo faresti?) i risultati sono sempre emozionanti.

E questa è la cosa importante!

Puoi scegliere di avere dei ritratti posati, o se non ti senti a tuo agio,  apparire sullo sfondo, sfocato o come "silhouette".

Molti dei miei clienti vogliono solo scatti del loro cane, e questo è quello che faccio di solito, ma è la tua sessione fotografica e tu decidi cosa vuoi ottenere.

7. Non ho tempo, sono troppo occupato.


Essere occupato è un altro blocco molto comune per prenotare una sessione fotografica. Ho capito, lo so davvero. Essere occupati è un'epidemia nel nostro mondo moderno, ma ho capito con il passare degli anni che è anche una scelta che facciamo.

Per favore, fai la scelta di guadagnare tempo per godere di questa esperienza.


Oltre alle sessioni in settimana, sono disponibili sessioni di sabato e puoi prenotare fino a 6 mesi in anticipo (il che ti dà anche il tempo di risparmiare per tutte le chicche che vorresti ordinare una volta che hai visto le tue bellissime foto ). 

Altre scuse? Vai avanti, ti sfido! Scrivile come commenti qui sotto.😉