Per capire il motivo che talvolta spinge i cani domestici a sotterrare l'osso bisogna che esaminiamo per un attimo il modo di cacciare dei lupi selvatici. Dunque, nel caso di piccole prede - per esempio, di topi - l'animale si apposta, rincorre la sua vittima e le balza addosso bloccandola tra le zampe anteriori. Poi l'aggressore - un lupo solitario che caccia per conto suo - afferra la preda e la morde velocemente diverse volte prima di ingoiarla. Gli animali leggermente più grossi, per esempio i conigli, subiscono la stessa fine. Se la preda di questa taglia risulta difficile da uccidere, il lupo la scuote vigorosamente, ma di solito gli bastano alcuni morsi per domarla. Gli animali di taglia media, come le pecore o i cerbiatti, vengono uccisi con un morso alla gola: la morte sopravviene dopo alcuni secondi. Il lupo non ha bisogno di sotterrare questi tipi di animali per avere riserve di cibo; infatti, persino un cerbiatto può essere consumato rapidamente soltanto da qualche lupo. Qualunque lupo adulto è in grado di ingoiare fino a dieci chili di carne in una sola volta e addirittura ventidue nel giro di ventiquattro ore. Soltanto nel caso di prede molto grosse - come, per esempio, cervi adulti, bovini e cavalli - i lupi si trovano ad avere una sovrabbondanza di cibo. Comunque, anche in questo caso, dopo aver mangiato la loro razione, gli animali lasciano la carcassa dove si trova e ci ritornano in seguito. Se però il branco è piccolo e consiste soltanto di qualche esemplare adulto, i lupi prendono la precauzione di strappare a morsi grossi brandelli di carne e di sotterrarli. In questo modo, essi riescono a proteggere il cibo dagli animali che si cibano di carogne, in particolare da uccelli come il corvo, la cornacchia e l'avvoltoio. Nella stagione calda, questo sistema serve anche a proteggere la carne dalle mosche e dai vermi. Di solito i lupi sotterrano la carne vicino al punto in cui hanno ucciso la loro preda, ma talvolta invece la portano nella loro tana e la nascondono lì. Per sotterrare il loro bottino, i lupi scavano un buco servendosi delle zampe anteriori mentre con i denti stringono i pezzi di carne. Quando la fossa è abbastanza grande, l'animale non fa altro che aprire la bocca e depositarvi dentro la carne, quindi ricopre il nascondiglio buttandovi sopra la terra con l'aiuto del naso. A differenza del gatto, il lupo non usa mai le zampe anteriori per riempire un buco che ha scavato. Una volta coperta la fossa, l'animale pigia un po' la terra con il muso e si allontana. Il giorno dopo ritorna nello stesso punto, tira fuori la carne con le zampe anteriori, la stringe tra i denti e, scuotendo vigorosamente il suo bottino per rimuovere la terra che vi è rimasta appiccicata, si accinge a mangiarla.
Ma ritorniamo ora al nostro cane domestico: a questo punto è facile capire quali condizioni devono essere presenti perché l'animale sia spinto a sotterrare il cibo. In primo luogo, deve esserci una sovrabbondanza di alimenti. Un cane affamato mangerebbe tutto quello che può, come i suoi antenati lupi. Soltanto se gli avanzasse qualcosa che non riesce a mangiare, porterebbe il "bottino" in giardino e lo nasconderebbe sottoterra. Gli alimenti per cani, però, persino nelle case dove gli animali sono supernutriti dai loro padroni, sono impossibili da trasportare e da tenere in bocca durante lo scavo di una buca! Quindi, i cani che vengono alimentati soltanto con cibo in scatoletta non hanno mai la possibilità di sotterrare niente, a meno che non si diano loro delle ossa piuttosto grosse che possono nascondere in qualche buco. L'osso è l'oggetto più frequentemente sotterrato perché, anche se il cane in questione non è supernutrito e non ha cibo che gli avanza, un bell'osso - impossibile da spezzare e da mangiare - può essere paragonato a un alimento che non può essere mangiato subito e che quindi deve essere nascosto. È proprio il fatto che rappresenta un "avanzo" a convincere il cane a sotterrarlo. Certi cani da appartamento, sovralimentati con cibi in scatola, si comportano in modo strano compiendo un movimento che ricorda lontanamente quello usato per sotterrare il cibo. L'animale sa che il cibo nella ciotola è buono, ma non ha fame e quindi tenta di nascondere tutto in un angolo della stanza. In questo caso, le azioni di sotterramento sono soltanto frammentarie: di solito l'animale "fa finta" di coprire la ciotola compiendo dei movimenti con il naso, però riesce soltanto a spingerla sul pavimento e quindi ben presto ci rinuncia. In realtà, così facendo, il cane vuol far capire al suo padrone che il cibo è troppo e, invece di lasciarlo a immaginari animali che si cibano di carogne, finge di metterlo da parte per qualche altra occasione futura.

Ti è piaciuto?
Fammelo sapere nei commenti.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento