Una delle questioni che mi capita di affrontare più spesso con gli amici che hanno un cane da poco tempo o con i lettori del blog è quanto spesso debba mangiare. In genere ognuno tende a trovare e consolidare le proprie abitudini anche in base al carattere del proprio amico ma vorrei fissare due paletti che ritengo essere non sindacabili:
  • il cane non deve avere a disposizione costantemente il cibo nella ciotola
  • l’età di un cane influisce sulla sua dieta e quindi anche sulla frequenza dei pasti. Un cucciolo mangerà ad esempio più spesso di un cane adulto (o a voler essere precisi: la sua razione quotidiana sarà suddivisa in più momenti della giornata)

Detto questo, un’altra precisazione importante, se vi consigliano di dare da mangiare al vostro cane una sola volta al giorno non date retta a questo consiglio; è sbagliato e può portare serie conseguenze alla salute del vostro amico.
Che succede se mangia una sola volta al giorno?
Se decidiamo che il nostro cane dovrà mangiare una sola volta al giorno andremo a creare le due condizioni necessarie per facilitare la dilatazione e la torsione gastrica, ovvero: il volume del pasto e la voracità nel consumarlo. Perché?
  • perché per fare in modo che il cane riceva l’intera razione giornaliera in un unico pasto, quest’ultimo dovrà essere molto abbondante.
  • perché essendo a digiuno dal giorno precedente il nostro migliore amico avrà molta fame e sarà portato a consumare il pasto con estrema voracità
Ecco quindi perché è bene distribuire la dose giornaliera prevista dalla dieta scelta durante tutto l’arco della giornata. Attenzione! Non sto dicendo che deve mangiare il doppio, sto dicendo che deve mangiare la stessa quantità di cibo ma divisa in più parti. Io ad esempio faccio mangiare il mio cane due volte al giorno: appena svegli e la sera all’ora di cena. Ciò rende l’alimentazione del nostro cane meno pericolosa ma sopratutto più equilibrata rendendo anche più facile tenere d’occhio il suo peso-forma.
Un’eccezione
Esiste un’eccezione a questa regola: è il caso dei cani “da lavoro” e di quelli che devono svolgere un’attività fisica sportiva o comunque intensa. In tal caso molto probabilmente sarà opportuno raggruppare i due pasti della giornata in un unico momento, probabilmente dopo aver svolto l’attività per evitare i problemi detti sopra, per facilitare la digestione e come gratificazione.
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo!
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento