I cani selvatici hanno le orecchie cascanti solo quando sono molto giovani. Nei cani domestici, dunque, esse rappresentano una caratteristica fisica del cucciolo che è stata mantenuta fin nell'età adulta. Ancora una volta, il cane dimostra di essere un "lupo rimasto allo stadio infantile". Molti cani domestici, però, hanno le orecchie come quelle dei lupi (cioè, verticali), quindi è evidente che le orecchie pendenti non sono una caratteristica tipica del processo di domesticazione. Perché allora esse sono state conservate e addirittura esasperate in molte razze canine diverse tra loro? Le risposte a questa domanda sono tre. In primo luogo, il cane con le orecchie cascanti ha un'evidente difficoltà nell'individuare la provenienza del suono, mentre quello con le orecchie drizzate anche quando ascolta un rumore che viene da lontano, è in grado di stabilire da dove arriva il minimo fruscio muovendo e girando le grandi orecchie dritte. I cani con le orecchie cascanti possono ugualmente sentire molto bene, ma non sono altrettanto precisi nel determinare la direzione esatta da cui proviene un suono di lieve entità. Si afferma che questo difetto fu volutamente creato in diverse razze di cani da caccia che dovevano basarsi esclusivamente sulla vista o sull'olfatto per individuare le prede, temendo che l'animale potesse distrarsi con qualche suono estraneo proveniente da lontano. In effetti, le orecchie più cascanti sono quelle di un vero e proprio esperto nel fiuto delle tracce, il bracco. Secondariamente, le orecchie pendenti danno un'aria più sottomessa al cane che le possiede. Tutti sanno che un cane arrabbiato ha le orecchie dritte, ferocemente alzate, mentre un cane remissivo le tiene piatte contro la testa per dimostrare il suo rango inferiore. Questa differenza nella posizione delle orecchie non è stata analizzata consciamente, però la gente ha in qualche modo la sensazione che un cane con le orecchie cascanti non è feroce come quello con le orecchie dritte. Infine, vi è una ragione antropomorfica. Gli esseri umani non hanno orecchie allungate che sporgono dalla cima della testa, però spesso hanno i capelli lunghi che ricadono sui due lati del viso. Quindi, le orecchie molto lunghe e cascanti ricordano vagamente le chiome tipiche degli esseri umani. Le razze con il pelo lungo e setoso, come quelle del levriero afgano, hanno un'aria ancora più umanoide e dunque affascinano i loro padroni.


Se ti è piaciuto l'articolo condividilo!
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento